[Vietnam] - Intro




Quest'estate io e la Dolce Metà siamo andati a fare un viaggetto di due settimane in Vietnam. L'idea iniziale era quello di organizzarci con il fai-fa-te più completo (come abbiamo fatto in Giappone - ormai ci sentiamo dei Mister Avventura ben avviati [1]) ma quest'inverno sono stata troppo incasinata con il lavoro per poter seguire anche questo, quindi, alla fine, abbiamo deciso di affidarci all'Asiatica Travel. Pur essendo un'agenzia vietnamita, ha un ufficio relazioni con personale parlante italiano, con cui abbiamo concordato tutti i dettagli del viaggio (destinazione, durata, tipo di visite, ecc ... ).

Noi abbiamo optato per la guida in inglese ma, volendo, si poteva avere (con un sovrapprezzo) anche in italiano. Abbiamo scoperto che è raro che gli italiani prendano la guida in inglese, erano tutti stupiti che l'avessimo fatto (ci facciamo sempre la figura degli analfabeti, in giro per il mondo, mannaggia).

La soluzione proposta dall'agenzia viaggi è stato un tour piuttosto classico ma molto ricco di visite, escursioni e persino di giri in bici (di cui poi riparliamo, garantito, che ho ancora male al didietro), comprensivo di due voli interni.
Abbiamo avuto tutti i giorni a disposizione una guida e un autista (solo per me e la Dolce Metà - molto diverso dall'essere in un gruppone sul pullman) che ci hanno scorrazzati in giro e che ci ha sempre fatto trovare tutto perfetto a puntino. Per dire, scendevamo dalla barca e c'era già l'autista pronto con l'auto accesa e il condizionatore a palla, mentre la giuda ci porgeva una bella bottiglia di acqua fresca da bere. Arrivavamo sul posto? E il traghetto era pronto a caricarci. Scendiamo al villaggetto e il pranzo con conseguente biciclettata è pronto ad attenderci. Tutto molto ben oliato, tutto molto ben organizzato.

Abbiamo cambiato tre diverse guide (una per il nord, una per il centro e una per il sud) e conseguentemente tre diversi autisti. Si sono occupati loro di portarci a spasso tutto il giorno, lasciarci in albergo, preparaci i transfert per l'aeroporto, gestire le varie giornate e far in modo che tutto quanto filasse liscio.

La sera siamo quasi sempre stati liberi di mangiare per i fatti nostri (tranne i giorni in cui eravamo in posti particolarmente inculati) e anche per quanto riguarda i pranzi (vincolati alle attività da fare in giornate anche se teoricamente "liberi"), le guide ci portavano in posti "consigliati":

«Volete mangiare in quel bel posto lungo la strada, o preferite una volta arrivati? Però se aspettiamo di arrivare non so come sarà l'igiene e la qualità del cibo»

Traduzione: «Volete mangiare dove vi consiglio caldamente io o preferite il colera?»

Poi arrivavi in loco era un posto dove a tutti i tavoli c'erano turisti e il menù era in inglese.
Non sempre abbiamo mangiato così (anzi, un paio di volte ci hanno anche portati in delle bettolacce dove eravamo gli unici turisti presenti) ma erano comunque sempre pronti e organizzati. L'unico che una volta si è fatto cogliere impreparato è stato Cicciopasticcio. Non so perché un giorno pensava che non avremmo pranzato ed è andato palesemente in panico. Misteri.

Abbiamo detto tre guide diverse, tre stili diversi e tre modi di fare diversi:

  • Il primo, la guida del nord, è Cicciopasticcio, un ragazzo (direi giovane ma gli asiatici mi ingannano sempre sull'età per cui non mi esprimerò per non compromettermi) dotato di un inglese stentato, una mano lestissima (gli abbiamo visto infilarsi in tasca diverse cosine a questo Arsenio Lupin dell'Indocina - più che altro frutta) e un'espressione terrorizzata da cartone animato quando provavo a chiedergli qualcosa. A volte vedevamo lui e l'autista discutere sulla strada e poi cambiare bruscamente direzione.

  • La seconda, la guida del centro, è Joker, una fanciulla con un mega sorriso da orecchio a orecchio perenne. Alta un metro e un ranbutan, ha fatto di tutto per essere una brava guida, riuscendo addirittura a rispondere alle nostre domande. Un po' inquietante quando ti veniva vicino con il ventilatorino portatile per farti aria e il sorriso a mille denti, ma tutto sommato un netto miglioramento da Cicciopasticcio.

  • La terza, la guida del sud, lo chiameremo Tisi per la sua salute precaria. Fan della medicina tradizionale, abbiamo rischiato di perderlo durante il giro per via di una insistente tosse. Nonostante questo, sia lui sia l'autista (un tizio con un'aria da cinquantenne bonaccione ma super aggressivo sulla strada, faceva ben più dei 40 km/h canonici dei suoi colleghi) si sono mostrati i più competenti del tour. Preparatissimo sui luoghi da visitare, Tisi vanta anche un inglese fluente e un buon vocabolario. A volte ci è sorto il sospetto che si drogasse per dei comportamenti strani, ma probabilmente era solo un effetto collaterale della sua "medicina" per la tosse. E del fatto che continuava a bere acqua del rubinetto.

Ho diviso il viaggio in diversi post, che pubblicherò nei prossimi giorni (settimane direi), divisi per luoghi o per curiosità varie. Magari alternati ad altri temi (se riesco).



NOTE:

[1] Dicasi Mister Avventura tizio con molta esperienza di viaggio, che quando inizia un discorso sul tema ti fa digressioni da un capo all'altro del pianeta. Un Mister Avventura si capisce al volo che ha girato mezzo mondo e che ha la casa piena di ciarpame comprato nei più sperduti angoli del pianeta (evidenziato da quanto occultamente si sceglie i pochi souvenir che si porta via, che di pashmine ormai potrebbe aprir lui una bancarella, da tante ne ha già prese).

Commenti

  1. Sei stata in Vietnam?? Io sono ancora qui, sto meditando di restarci....

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ciao!
      Sì, quest'estate. Abbiamo deciso di farci un viaggetto un po' più corposo, visto che l'anno scorso alla fine siamo rimasti qui.
      Davvero? :O

      Elimina
  2. Che bello... anche io vorrei fare un viaggio con una guida al mio servizio perchè sono completamente incapace!
    Non vedo l'ora di leggere i dettagli! xD

    RispondiElimina
    Risposte
    1. La guida è una gran cosa, puoi rilassarti e pensare al viaggio invece di impazzire con orari dei treni, traghetti e altro XD

      Elimina
  3. Interessantissimo, non vedo l'ora di leggere tutto! Quel genere di agenzie mi ispira un sacco.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. La nostra si è rivelata davvero ottima :D

      Elimina

Posta un commento

Un commento è sempre molto gradito!

Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...